Bio

illustrazione Elena Mistrello


MICORRIZE è un progetto di ricerca nato dall’incontro tra Marta Lucchini e Rosa Lanzaro.

MICORRIZE ha la vocazione del collettivo, aperto al confronto e alla collaborazione con altr* artist*, artigian*, ricercatrici e ricercatori, pensatrici e pensatori.

MARTA LUCCHINI danzatrice e coreografa, ricercatrice, formatrice

Da vent’anni studio e ricerco nel campo della danza e delle pratiche somatiche, intrecciando creazione, trasmissione e cura attraverso il tocco e il movimento. Mi formo come danzatrice all’Accademia Isola Danza de La Biennale di Venezia, diretta da Carolyn Carlson; successivamente presso il European Dance Development Centre, Hogeschool voor de Kunsten di Arnhem in Olanda. Tornata in Italia proseguo la formazione con Giorgio Rossi e Raffaella Giordano, Sosta Palmizi. Mi laureo con lode in Discipline del Teatro al Dams di Bologna. Approfondisco la mia formazione con maestri quali Carolyn Carlson, Michele Abbondanza e  Antonella Bertoni, Eva Karczac, Hervè Diasnas, Raffaella Giordano, Simona Bucci, Nigel Charnock. Nel 2010 partecipo al corso di alta formazione per danzatori professionisti organizzato dalla Regione Veneto e da Bassano OperaEstate Festival. Dal 2003 porto avanti una formazione permanente in Danza Sensibile® con Claude Coldy e gli osteopati Jean Louis Dupuy e Marie Guyon, e con Cinzia Delorenzi. Sono operatrice shiatsu diplomata presso l’istituto Europeo di Shiatsu.

Come performer ho preso parte a diverse produzioni collaborando con i coreografi Michele Abbondanza e Antonella Bertoni (Argonautika), Roberto Castello/Aldes (Sogni; In Movimento; La Forma delle cose; Sul Corpo; Disperso; Biosculture), Giorgio Rossi/Sosta Palmizi (RAMI come quando fuori piove), Luigi Coppola (Atti di ordinario esercizio democratico), Sharon Fridman (Tre, performance site specific), Michela Lucenti/Balletto Civile (Pinocchio), Simona Bucci (Nabucco), Alessandro Sciarroni (You don’t know how lucky you are), Yasmine Hugonnet (Le Récital des Postures – Extensions) e con i registi Teresa Ludovico/Teatro Kismet Opera (Bella e Bestia; La Principessa Sirena; Il Principe Porcaro; Balbettio), Dario Moretti/Teatro all’improvviso, Daniele Abbado/Teatro alla Scala, Luca Scarzella/Vertov. Sono stata assistente alla coreografia di Virgilio Sieni per Teatro NO!, coproduzione Teatro Kismet Opera e Compagnia Virgilio Sieni. Ho curato i movimenti coreografici di Cinque Allegri Ragazzi Morti – musical low-fi, regia Eleonora Pippo, produzione Pubblico Teatro e La Tempesta Dischi.  Sono co-fondatrice e interprete della Compagnia Cinzia Delorenzi (Io sono qui; Studio per una nuova creazione; Tu sei una parte di me; Take this Waltz; Aquamama).

Dal 2016 mi dedico alla creazione di lavori per la scena e in ambiente naturale (Gemma; Kodama_minuta liturgia silvestre; ORO; Rituale per OCTAGON) in collaborazione con Rosa Lanzaro, architetto e scenografa. Nel 2020 insieme a Valentina Buldrini do vita ad ERRANTE_sentieri dialoghi visioni, progetto annuale di residenze artistiche nel parco dell’ex cava InCal System (RN), con il sostegno del Comune di Rimini, Santarcangelo Festival e associazione A Passo d’Uomo. Conduco l’atelier di movimento presso la scuola di teatro Scimmie Nude di Milano e classi e seminari di Danza Sensibile® in studio e in natura. 

Portfolio Marta Lucchini

ROSA LANZARO architetto, lavora nel campo delle arti performative, dell’architettura, dell’allestimento e della scenografia

Dopo la laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano, proseguo la formazione frequentando il corso di Alta Formazione in Design del Teatro.

Nell’ambito della progettazione di scene, oggetti scenici e allestimenti collaboro con alcune compagnie di teatrodanza, tra le quali Compagnia Cinzia Delorenzi, Teatro MangiaFuoco, Teatro NudoeCrudo; e con Eleonora Parrello per Milkwood_Abisso Bianco, I’ll set thee for this / Ti libererò per questoSe la Pioggia Mi Nutre di e con Paola Pizzingrilli. Nel 2011 e 2012 sono assistente alla scenografia ed elettricista per 18 mila giorni: il pitone, regia di Alfonso Santagata. Dal 2016 collaboro con Marta Lucchini in progetti di spettacolo e performance per la scena e in ambiente naturale (Gemma; Kodama_minuta liturgia silvestre; ORO). Nel 2020 collaboro ad ERRANTE_sentieri dialoghi visioni, progetto annuale di residenze artistiche nel parco dell’ex cava InCal System (RN), a cura di Marta Lucchini e Valentina Buldrini con il sostegno del Comune di Rimini, Santarcangelo Festival e associazione A Passo d’uomo. Nel 2019 sono invitata al Festival del Parco di Monza con l’opera PLASTICAMAREA.

Sono co-fondatrice de LeCittàSottili, gruppo di ricerca e promozione e sostegno delle arti performative, attivo a Milano ed hinterland (lecittasottili.noblogs.org).

Nell’ambito dell’architettura lavoro con predilezione a processi di riqualificazione urbana e progettazione partecipata, laboratori di quartiere e animazione delle comunità. Collaboro con realtà come DAR=CASA, seguendo progetti di architettura sociale e abitare collaborativo; Terzo Paesaggio per un labirinto naturale; Consorzio Comunità Brianza e cooperativa POP; Liberi Sogni per la cultura, per cui progetto il Parco Ludico di Galbiate con strutture complementari e istallazioni artistiche, attraverso un processo di progettazione partecipata. Sono insegnante per il corso di formazione organizzato da LiberiSogni e Comunità Montana “Progettare gli spazi verdi del Giardino Botanico”. Nel 2016 vengo incaricata da A.N.E.D. per lo sviluppo, la redazione e realizzazione del Bosco della Memoria, istallazione permanente in ricordo delle vittime monzesi delle deportazione. Il Progetto è vincitore di menzione speciale “Architettura e Natura”, premio Simonetta Battistelli, 2014, sez. giovani (www.boscodellamemoria.org). Il Bosco della Memoria è stato inaugurato il 27 gennaio 2018.

CI ACCOMPAGNANO:

ELISA BOSISIO è attivista femminista e PhD Candidate in Filosofia presso l’Università di Roma Tre. Ha studiato tra l’Università Statale di Milano, il dipartimento di Humanities dell’Università di Utrecht e l’IPAK-Centar di Belgrado. Ha inoltre frequentato come studentessa il Master in Studi e Politiche di Genere di Rome Tre, per cui è diventata tutor e docente del Modulo-Scienze. Si occupa degli assemblaggi tra pratiche e saperi, con particolare interesse per gli intrecci bio-info-corpo mediati tra etiche della cura, epistemologie postumaniste e nuove tecnologie. Il suo lavoro di ricerca si inserisce nel dibattito filosofico attorno al complesso snodo dell’ecologia politica, informandolo attraverso le lenti di una prospettiva femminista che, nella cornice del biocapitalismo, combina gli stimoli del ‘nuovo materialismo’ di ispirazione post-strutturalista e quelli della tradizione marxista sulla ‘riproduzione sociale’.

ELENA MISTRELLO llustratrice, fumettista e serigrafa. Vive e lavora in provincia di Milano. Collabora con siti , riviste e case editrici. Dal 2012 fa parte del laboratorio autogestito di serigrafia SERIGRAFATTI. Tiene diversi laboratori e corsi per bambini e adolescenti sul disegno e la serigrafia. +elenamistrello.wordpress.com